di matteo nino

hashtag  #SiamoTuttiDiMatteo

La pubblica accusa nel processo sulla Trattativa Stato-Mafia, Nino di Matteo, all’esito di un regolare concorso, lascerà Palermo per recarsi a Roma.

Andrà alla Procura Nazionale anti-mafia e anti-terrorismo.

Il Pm Nino Di Matteo, già da diversi anni,  è stato condannato a morte dalla mafia. Milioni di persone in tutt’Italia hanno lanciato un hastag #SiamoTuttiDiMatteo e con  questa azione, ad oggi, gli hanno salvato la vita.

Le pavide istituzioni, solitamente abbandonano i Magistrati condannati dalla mafia, e lo fanno con deliberata incapacità politica, agevolandone il compimento del delitto.  Il popolo intero si sottragga a questa pratica sciagurata e collusiva!!

Di mafia bisogna parlare! Bisogna parlarne dovunque, alla radio, sui giornali, in televisione e soprattutto a scuola, come insegnava Paolo Borsellino.

Se nasconderemo la mafia dietro il silenzio, saremo colpevoli d’indifferenza e le daremo il nutrimento che chiede per la sua affermazione e la sua crescita.

”La mafia ha una capacità di trasformarsi grandissima e resta pericolosissima in quanto è diventata altro:  finanza, accaparramento degli appalti, traffico dei rifiuti pericolosi ed è come un tumore entrato in metastasi ” Salvatore Borsellino, fratello di Paolo

La capacità minacciosa della mafia non va legittimata col silenzio e con l’omertà.  La mafia va attaccata con un’offensiva legale feroce, pari  alla ferocia delle sue intimidazioni.

#IoStoConDiMatteo

Vi pubblico una meravigliosa intervista a Nino di Matteo, fatta a Palermo, da una radio locale,  il 31 gennaio scorso…

www.gerardodemartinomovimento5stelle.it

Comments are closed.