Il destino degli Imperi dipende dall’istruzione dei giovani  – Aristotele-

Scuola e Giovani

” I giovani hanno buon cuore”  diceva  ” perchè non hanno ancora assistito a innumerevoli cattiverie”…e ”vivono nella speranza, perchè la speranza è il futuro, il ricordo è il passato” … e   ”agli occhi dei giovani, il futuro è lungo mentre il passato è breve…”  e  ” …sono impetuosi e non hanno paura…”  inoltre… ”sono indignabili e magnanimi perchè non sono ancora stati umiliati dalla vita…”  e…  ”godono della vita e degli amici, e non giudicano mai secondo il proprio interesse…”

Alla fine della sua magistrale analisi, Aristotele ci insegna sulla maturità del corpo e dell’anima…  ”il corpo raggiunge il pieno del suo vigore tra i trenta e i trentacinque anni… l’anima, intorno ai quarantanove-cinquant’anni…”  Aristotele

Era la versione di greco antico che una giovane anima, di mia conoscenza, preferiva al liceo! Da tradurre tutta d’un fiato e da imparare a memoria! Ma quell’anima non sapeva perchè la preferiva. Non sapeva che diceva di sè.  Era un’anima impetuosa fiera e priva di viltà.  Oggi quella giovane anima ha poco più di sedici anni!  Ed è oggi più che mai che di anime giovani ha bisogno la politica.

Pensiamo ai nostri ministri!!  Come può il giovane, nella sua reale e valorosa natura, descritta magistralmente da Aristotele, considerare costoro Ministri di Governo!!  E quelle 200 firme di professori universitari che hanno apposto un segno positivo sulla deforma costituzionale, detta riforma Renzi-Boschi-Verdini lo scorso dicembre??  Che i giovani sappiano e reagiscano!

Una speranza vera sono i giovani …oggi!!

Scuola, Istruzione, Sviluppo Economico, Ricerca, Educazione all’Ambiente… siano temi strappati alla corruttela e restituiti in carico ai giovani!

”La maggior parte di noi vive sguazzando nelle fogne, solo che alcuni lo fanno guardando le stelle” Oscar

Il m5s al futuro Governo di un Paese così disprezzato, l’Italia,  unto da una politica moralmente depravata,  è quella speranza che serve ai giovani per restare e rinnovare, attraverso le loro persone, la terra in cui vivono.

Un rinnovo culturale, morale e fisico! I giovani si candidino nelle Istituzioni e siano essi i nostri nuovi intellettuali.

I giovani prendano il posto dei loro insegnanti! Studino! Si confrontino! Rispettino etica e ambiente, e allo sdegno oppongano l’azione!!

Platone con Aristotele

Platone con Aristotele

 

www.gerardodemartinomovimento5stelle.it

I giovani si appassionano con facilità a tutto ciò che nutre le emozioni…Ideali Amori Amicizie Paesi… e riescono ad accecarsi a volte, completamente… perdendone in obiettività e gettando a mare le opportunità. Hanno la leggerezza dell’essere, dalla loro!
Hanno poco peso sulle spalle, per la brevità della vita vissuta.
Sono spensierati, allegri, lievi… non fanno calcoli.
Sono i giovani!!   Non inganniamoli!

Ulla Passarelli         Gerardo De Martino

Comments are closed.